Cancro, un test del respiro per rivoluzionare le diagnosi

Cancro, diagnosi rivoluzionate da un test del respiro

Cancro, un test del respiro per rivoluzionare le diagnosi

LONDRA – Un test del respiro sviluppato da scienziati britannici potrebbe rivoluzionare la diagnosi del cancro e salvare ogni anno migliaia di vite. E’ progettato per rilevare i primi segni della malattia valutando la concentrazione di molecole nell’aria emesse dal respiro e ridurrebbe notevolmente la necessità di sottoporsi alle biopsie. La tecnica, testata nell’arco di due anni su 1.500 pazienti, si basa su un dispositivo in grado di rilevare la presenza di sostanze chimiche sprigionate dal cancro, scrive il Daily Mail. 

David Crosby, del Cancer Research UK, ha dichiarato: “Scoprire il cancro precocemente dà la possibilità di curarlo. In molti casi non è possibile perché non ci sono sintomi per cui il test, abbastanza economico e non invasivo, rappresenterebbe un enorme vantaggio. E’ un sorta di etilometro per il cancro”. Il test infatti, individua le sostanze chimiche emessi dalle cellule tumorali, note come composti organici volatili (VOC), presenti nel respiro di un paziente attraverso il flusso sanguigno, in modo simile all’alcol.

Mentre le biopsie o altri test invasivi richiedono tempo, il test del respiro può essere eseguito in ambulatorio: il paziente respira per dieci minuti nel dispositivo, i risultati vengono inviati al laboratorio per le analisi e nel giro di due giorni si ottiene la diagnosi. A realizzare il test è stato Billy Boyle, scienziato di Cambridge, dopo la morte della moglie 36enne per cancro al colon. Kate Gross, consulente di Tony Blair e Gordon Brown, è deceduta nel 2014. Boyle ha affermato che la perdita della moglie lo ha spinto a fondare la società Owlstone Medical nella speranza di aiutare le persone a scoprire e curare il cancro tempestivamente. 

L'articolo Cancro, un test del respiro per rivoluzionare le diagnosi sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Commenti da Facebook

-> Fonte originale