Rifugiati siriani picchiati a scuola dai bulli in Gran Bretagna VIDEO

Rifuguati siriani

Rifugiati siriani picchiati a scuola dai bulli in Gran Bretagna

LONDRA – In Gran Bretagna, un ragazzino di 15 anni e la sorella più piccola, ambedue rifugiati siriani, sono stati sottoposti a violenti atti di bullismo di compagni di scuola a Huddersfield, nel nord dell’Inghilterra.

Quanto accaduto è stato immortalato in due video che stanno girando molto sui social. Il primo mostra il teenager inseguito da un ragazzo poco più grande di età che minaccia di annegarlo. L’aggressore poi lo butta a terra, gli rovescia in faccia una bottiglia d’acqua e gliela infila nella bocca, quasi soffocandolo come nella tortura del ‘waterboarding’ usata dalla Cia americana a Guantanamo (in fondo all’articolo il video sconsigliato ad un pubblico sensibile). 

Nel secondo, si vede la sorellina della prima vittima rincorsa e spinta sul prato da una compagna di scuola che tenta di strapparle il velo dalla testa. I nomi delle vittime e dei bulli non sono rivelati dai media poiché minorenni, ma gli aggressori sono già stati espulsi da scuola e dovranno apparire davanti al tribunale dei minori. Intanto, una raccolta fondi sul web a favore dei fratelli siriani ha superato le 108.000 sterline (circa 120.000 euro).

L'articolo Rifugiati siriani picchiati a scuola dai bulli in Gran Bretagna VIDEO sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Commenti da Facebook

-> Fonte originale