McDonald’s, trovati batteri fecali sui touchscreen utilizzati per ordinare il cibo

McDonald's

McDonald’s, trovati batteri fecali sui touchscreen utilizzati per ordinare il cibo (foto Ansa)

LONDRA – Batteri fecali sui touchscreen dei McDonald’s, la più famosa (e grande) catena di fast food. A scoprirlo è uno studio che riguarda quelli britannici che è stata condotta dalla London Metropolitan University e del sito Metro.co.uk.

La ricerca è stata condotta sui touchscreen di otto McDonald’s: sei a Londra e due a Birmingham. Il risultato descrive una situazione di scarso igiene: sugli enormi schermi presenti all’ingresso dei ristoranti ci sarebbero infatti diverse tipologie di batteri molto pericolosi per la salute dell’uomo.

I touchscreen vengono utilizzati per evitare di fare la fila. Paul Matewele, docente senior in microbiologia presso la London Metropolitan University  spiega: “Siamo rimasti tutti sorpresi di quanti batteri intestinali e fecali si trovassero sulle macchine touchscreen. Questi causano il tipo di infezioni che le persone raccolgono negli ospedali. I commensali ignari scelgono il cibo sul touchscreen e poi si dirigono verso il server per raccogliere i loro hamburger senza lavarsi le mani”.

Come spiega Metro.co.uk, sui touchscreen è stato trovato anche lo stafilococco, batterio che può causare l’avvelenamento del sangue e lo choc tossico. Per giunta, come spiega Matewele, il batterio “è contagioso. Se ci si tocca il naso con le dita, poi lo trasferisce sul touchscreen, qualcun’altro lo prende e se ha un taglio aperto in cui entra, allora può essere pericoloso”.

Oltre allo stafilococco, sui touchscreen è stata trovata anche la listeria, batterio che causa listeriosi e che può portare all’aborto le donne incinte che la contraggono. “Tre quarti degli schermi mostravano tracce del proteo batterico. Il proteo può essere trovato nelle feci umane e animali”. Come se non bastasse, i tamponi hanno anche rivelato la presenza di batteri del genere klebsiella  che possono causare infezioni alle vie urinarie, setticemia, diarrea e persino polmonite.

“Siamo molto sorpresi di aver trovato tanti batteri intestinali e fecali – conclude il dottor Paul Matawele che si dice sorpreso dall’enorme quantità di batteri intestinali e fecali trovati. Il consiglio è quindi di “non mangiare direttamente dopo averli toccati, perché sono antigienici e diffondono malattie”.

McDonald’s risponde a quanto rilevato dai tamponi della London Metropolitan University tramite un portavoce che fa sapere che gli schermi sono regolarmente puliti ogni giorno e che, in ogni caso, tutti i ristoranti sono muniti di servizi per lavare le mani prima di mangiare.

 

L'articolo McDonald’s, trovati batteri fecali sui touchscreen utilizzati per ordinare il cibo sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

Commenti da Facebook

-> Fonte originale