Voli low cost con bagaglio a mano, tutto quello che si deve sapere

Negli ultimi anni le compagnie aeree low cost hanno cambiato più volte le proprie regole sulla gestione dei bagagli a bordo. Ma come comportarsi sui voli Ryanair & co.? In che modo evitare di compiere degli errori nella gestione dei bagagli a bordo, ed evitare così di trovarsi costretti a pagare dei sovrappiù per poter imbarcare il proprio zaino o la propria valigia? Cerchiamo di compiere un piccolo ripasso sulle principali regole in atto, al fine di non correre pregiudizi al momento dell’imbarco. Si sa che spesso chi sceglie un volo low cost non si porta dietro nient’altro che il comodissimo bagaglio a mano, piccolo, perfetto e gratuito. Tuttavia bisogna conoscere alcune regole fondamentali sul suo utilizzo che spesso possono essere anche differenti da compagnia aerea a compagnia aerea. La regola numero uno prevede che ogni volta si vuole optare per la scelta del bagaglio a mano tutti i requisiti che questo rispetta vanno sempre controllati sul sito internet della compagnia aerea che gestirà il vostro volo. Di certo è molto importante sapere anche quali sono gli oggetti che è possibile portare nel bagaglio a mano e quali no, in questo modo eviterete di dover lasciare in aeroporto oggetti a cui tenete particolarmente e che magari erronaeamente avreste voluto portare in cabina.

Bagaglio a mano, cosa posso portare?

Lo sanno ormai tutti che portare una qualsiasi tipologia di liquido all’interno del bagaglio a mano non è consentito da nessuna compagnia aerea se questa supera in volume i 100 ml. Quando però parliamo di liquidi non ci riferiamo soltanto all’acqua o alle bevande in genere ma a qualsiasi tipologia di fluido, come per esempio profumi o prodotti per la cura della persona. Tutti quindi non devono superare i 100 ml singolarmente e devono essere inseriti in un unico sacchetto trasparente per un volume complessivo non superiore ad un litro.

Il trasporto di cibo può invece essere una cosa fattibile e patto che andiate a verificare tutte le norme a riguardo sul sito internet della compagnia aerea con la quale volerete; spesso i principali problemi si potrebbero presentare per voli extra europei. Di certo è possibile portare in cabina con tutta tranquillità qualche snack o un piccolo pranzo già confezionato.

Esistono però delle possibili condizioni che potrebbero non subire quanto previsto dal limite dei 100 ml riservato ai liquidi trasportabili nel bagaglio a mano. Pensiamo per esempio agli alimenti per neonati i cui formati di vendita spesso superano i 100 ml o qualche alimento per diete speciali. Tutto deve sempre essere sottoposto al controllo di sicurezza ovviamente, ma potrebbero essere trasportati in quantità superiore o comunque nella quantità necessaria per l’intero volo.

Stesso discorso vale anche per i farmaci che se presenti anche in forma liquida non rispetteranno la norma. La cosa migliore da fare è però quella di portare sempre con sé la prescrizione medica in modo da non subire inconveniente in caso di controlli di sicurezza. Cercate di capire inoltre se è utile portare insieme ai farmaci in oggetto anche documenti che li accompagnino come nel caso di passaporto farmacologico.

Nel bagaglio a mano possono essere anche inserite le sigarette ma bisognerà conoscere le direttive in merito per quanto riguarda il paese di approdo del volo, come si diceva anche in precedenza, soprattutto per quanto riguarda i Paesi al di fuori dei confini europei. Attenzione all’accendino invece, questo dovrete portarlo in tasca perché nel bagaglio a mano potrebbe rappresentare un rischio di incendio. Per i flaconi di liquido per sigarette elettroniche vale la stessa regola comune a tutti i liquidi, 100 ml massimo e sacchetto trasparente, al bando invece tutti i liquidi che riportano un qualsiasi simbolo di pericolo.

Ryanair, misure e peso del bagaglio a mano

Considerato che l’abbiamo appena citata tra i vettori che hanno modificato le norme sull’imbarco dei bagagli, cerchiamo di fare il punto su quel che sta per cambiare su Ryanair, che dal 1° novembre 2017 ha previsto l’impossibilità di portare a bordo due bagagli - come avveniva in passato, quando l’imbarco stimava la possibilità di condurre con sé un piccolo trolley e uno zainetto o una borsetta.

Da tale data, chiunque vorrà portare a bordo due bagagli può farlo solamente dietro pagamento di un sovrapprezzo di 5 euro che, di contro, vi darà anche il benefit di poter passare attraverso una fila dedicata. Chi sceglierà invece di non pagare tale priorità, dovrà accontentarsi di portare a bordo solamente il bagaglio più piccolo (massimo 35 x 20 x 20 cm), riponendo invece nella stiva quello più grande, gratis. In vista di ciò, Ryanair ha anche abbassato i costi del bagaglio stivato, da 35 euro a 25 euro, incrementandone il peso da 15 chili a 20 chili.

Quindi vale la pena o no pagare la Priorità? Personalmente mi sento di dire che, su voli brevi, come può essere la tratta Milano Catania o altri voli inferiori alle due ore, possiamo tranquillamente risparmiare i 5 euro. Su voli più lunghi invece potrebbe essere utile avere a portata di mano il nostro bagaglio. Tutto però dipende anche dal tempo a nostra disposizione: dobbiamo infatti considerare che, se il bagaglio viene imbarcato, all’arrivo dovremo poi attendere che venga scaricato sul nastro trasportatore del recupero bagagli.

Il capitolo misure per quanto riguarda quelle massime per il bagaglio a mano varia da compagnia a compagnia. Prendiamo ad esempio i voli Ryanair: in questo caso il bagaglio dovrà rispettare misure che non devono superare i 55 centimetri in altezza, 40 in altezza e 20 in profondità. Le misure del bagaglio Ryanair possono essere prese come esempio poiché le altre compagnie aeree non variano di molto rispetto a queste dimensioni quelle del proprio bagaglio a mano, tuttavia ricordiamo sempre che è bene controllare di volta in volta queste informazioni.

Sul peso i valori variano tra 7 e 15 chilogrammi che comunque sia è un’ottima “stazza”, controllate anche questi valori da compagnia a compagnia e molto spesso è anche possibile portare con sé anche un ulteriore piccola borsa, niente male.

E le altre compagnie?

Eterogeneo è il comportamento delle altre compagnie. EasyJet, ad esempio, accetta a bordo un solo bagaglio (come farà Ryanair), mentre Alitalia ammette in cabina un bagaglio a mano da 8 chili, oltre a una borsa o a uno zainetto di dimensioni contenute.

Più generoso è il comportamento di Vueling, che ammette imbarco a bordo per bagaglio a mano da 10 chili, oltre a una piccola borsa e un sacchetto con gli acquisti al duty free. EuroWings ammette un solo bagaglio a mano e un piccolo zainetto, mentre Norwegian Air, come Vueling, permette un bagaglio a mano da 10 chili e una piccola borsa. Sempre a proposito di compagnie aeree low cost, rammentiamo infine che nei voli Wizzair sono accettati a bordo un solo bagaglio a mano e un sacchetto con gli acquisti al duty free (a pagamento tutti gli ulteriori secondi bagagli), mentre Transavia ammette solo un bagaglio a mano da 10 chili.

Commenti da Facebook